Apparecchi

Un apparecchio acustico è un particolare ausilio uditivo studiato per correggere le perdite di capacità uditive. I moderni apparecchi acustici sono costituiti da dispositivi elettronici, di tipo digitale dotati di microchip di ultima generazione.

Da cosa sono composti?

Gli elementi che li costituiscono sono essenzialmente tre:
•    un microfono
•    un amplificatore
•    un ricevitore

Il microfono converte il suono in un segnale elettrico che, una volta amplificato, viene indirizzato al ricevitore (che è un diffusore acustico), il quale lo trasforma nuovamente in suono. Il suono risultante viene portato all'interno del canale uditivo.
Gli ausili uditivi sono progettati in risposta alle esigenze funzionali e alle caratteristiche della patologia del singolo paziente, o comunque adattati ad esse.
Vediamo che tipi di ausili uditivi sono stati creati nel tempo e quali sono ancora in uso.

Apparecchi a scatola

Sono i primi ausili uditivi con componenti elettroniche (analogiche). Costruiti a partire negli anni ‘60, erano contenuti in una scatola di cm 10-15 di lato, la quale conteneva il microfono, l'amplificatore, le batterie e il comando del volume. Un filo portava il segnale elettrico ad una capsula magnetica collocata dentro l'orecchio questa  convertiva il segnale da elettrico in acustico.
Lo svantaggio principale era costituito dalle dimensioni, che li rendevano molto visibili e potevano generare problemi psicologici agli utilizzatori.
Se ne vede un primo esempio, di fabbricazione americana, nel noto film A qualcuno piace caldo, girato nel 1958 da Billy Wilder.

Apparecchi retroauricolari

Sono ausili uditivi composti da due parti principalmente( ma molto più piccoli rispetto ai precedenti), la prima posta dietro il padiglione auricolare ove sono contenute tutte le componenti elettroniche. La miniaturizzazione permette a questa parte di avere dimensioni tanto ridotte da poter essere agganciata all'orecchio e in gran parte coperta da esso ed Un tubicino conduce il segnale alla “chiocciola”, posta nel condotto uditivo alla cui forma viene adattata su misura; la “chiocciola” trasmette il suono all'interno stesso del canale uditivo. Gli apparecchi retroauricolari furono fabbricati dalla metà degli anni settanta e attualmente sul mercato.
I primi modelli erano totalmente analogici ma nel corso degli anni con l’inevitabile avanzamento tecnologico si è arrivati a circuiti estremamente sofisticati tanto da parlare di bionica digitale e nanotecnologie in grado di fornire all’utilizzatore prestazioni sempre più ottimali ad ogni esigenza sia acustiche che di estetica.
Apparecchi endoauricolari

Un ausilio acustico endoauricolare è un prodotto che si posiziona interamente all’interno del condotto uditivo esterno e viene costruito su misura dell’utilizzatore al fine di rendere il tutto estremamente nascosto ed “invisibile” ad altri. Sono prodotti costruiti alla fine degli anni ottanta e resi possibili dal progresso della miniaturizzazione.
Sono molto apprezzati grazie alla loro capacità di “nascondersi” perfettamente e garantire un impatto estetico minimo.
Ad oggi sono dotati anch’essi di tecnologia all’avanguardia.
Open Ear

Anch'essi sono nati per superare alcune controindicazioni degli apparecchi endoauricolari. Si tratta di apparecchi posti nella collocazione di un tradizionale retroauricolare, ma estremamente miniaturizzati e con un piccolo tubicino che porta il suono nel condotto uditivo.
Lo scopo di tale versione è quella di lasciare il condotto uditivo aperto, al suo interno viene infatti collocato solo la parte terminale del tubicino sottile o del filo conduttore del ricevitore (altoparlante), supportati da un sostegno forato di forma lenticolare in materiale siliconico. La scelta di tale sistema viene imposta nella correzione delle perdite uditive con deficit prevalente sulle frequenze medie e acute (1000-6000 Hz) e conservazione delle frequenze gravi (125-1000 Hz).

Potrebbero interessarti...

Riportiamo di seguito alcuni articoli di approfondimento estratti dal nostro blog

I contenuti della pagina sono a carattare informativo....

Per chiarimenti, informazioni o per un controllo gratuito contattaci al numero 030 2429431 e saremo lieti di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.